Snam, utile 1° trimestre sale a 298 milioni. Confermato piano investimenti

(Teleborsa) – Snam chiude il 1° trimestre con un utile netto di 298 milioni di euro, in aumento del 5,3% rispetto al primo trimestre 2019, a fronte del positivo andamento della gestione operativa e della continua riduzione degli oneri finanziari netti.

“I risultati del primo trimestre confermano la solidità del nostro business e il valore delle azioni di sviluppo ed efficienza realizzate negli ultimi anni, anche in difficili contesti di mercato”, ha affermato l’Ad Marco Alverà, aggiungendo che “in questi mesi Snam non si è mai fermata, lavorando con grande impegno e con misure straordinarie per garantire il proprio servizio essenziale di sicurezza energetica” ed ha anche fornito “un contributo per sostenere il sistema sanitario con iniziative di solidarietà e con l’acquisto di ventilatori polmonari e mascherine, supportando anche il settore non-profit attraverso Fondazione Snam e le raccolte fondi delle nostre persone”.

I ricavi totali di portano a 691 milioni di euro, in aumento dell’8,1%, rispetto al primo trimestre 2019. I ricavi regolati registrano un aumento del 6,7% ed i ricavi non regolati sono balzati del 45,8%, grazie al contributo delle imprese attive nell’energy transition entrate nel perimetro di consolidamento a fine 2019 ed allo sviluppo delle attività di Snam Global Solutions.

L‘EBITDA evidenzia un aumento del 4,6% a 567 milioni di euro, beneficiando anche del controllo dei cisti di gestione. L’utile operativo ammonta a 380 milioni di euro, in aumento del 3,8% rispetto al primo trimestre 2019.

Investimenti tecnici pari a 220 milioni di euro, in aumento dai 166 milioni di euro del primo trimestre 2019, ed includono investimenti in innovazione e transizione energetica (SnamTec) per 24 milioni di euro. L’Ad Alverà ha confermato il piano di investimenti 2019-2023: “Stiamo riavviando i nostri cantieri, con tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza di dipendenti e appaltatori, e individuando tutte le iniziative possibili per recuperare l’impatto delle interruzioni dei lavori degli ultimi due mesi e, ove possibile, accelerare. Allo stesso tempo continuiamo a investire in modo deciso per rafforzare il nostro impegno per la transizione energetica e i progetti per la decarbonizzazione e lo sviluppo dei gas verdi”.

Indebitamento finanziario netto pari a 12.256 milioni di euro
(11.923 milioni di euro al 31 dicembre 2019)

Quanto all’emergenza sanitaria COVID-19, Snam non è in grado di determinare con attendibilità gli impatti sui target del 2020 e degli anni successivi. Tuttavia, la società prevede impatti limitati sui target economici e sul programma di investimenti, proporzionali alla velocità di ripresa dell’attività.

Snam ha confermato anche l’ingresso nel settore del biometano agricolo, con la firma dell’accordo con Femogas per l’acquisizione del 50% di Iniziative Biometano che segue la lettera d’intenti vincolante annunciata nel novembre scorso.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Snam, utile 1° trimestre sale a 298 milioni. Confermato piano investi...