Snam chiude il semestre con utili in calo a causa del nuovo regime tariffe

(Teleborsa) – Snam chiude il primo semestre con un utile netto in calo a 526 milioni di euro (-14,1%) ed un utile operativo di 867 milioni di euro (-14,3%). Sono in calo anche i ricavi regolati del 4,5% a 1.644 milioni di euro, a causa della revisione Wacc (la remunerazione del capitale investito netto per i servizi infrastrutturali di elettricità e gas) disposta dall’Authority a partire dal 1° gennaio 2016.

“I risultati del primo semestre 2016 sono pienamente in linea con le aspettative”, ha commentato il CEO di Snam, Marco Alvera, spiegando che la generazione di cassa delle attività operative ha consentito di finanziare interamente gli investimenti nelle infrastrutture, oltre a produrre un free cash flow di oltre 500 milioni di euro.

“Proseguiamo nell’attuazione del nostro piano strategico – ha aggiunto – con l’obiettivo di rendere ancora più forte la posizione dell’Italia all’interno del sistema gas europeo e garantire ai nostri azionisti una crescita profittevole e remunerativa”.

Gli investimenti tecnici di Snam del primo semestre 2016 ammontano a 526 milioni di euro (487 milioni di euro nel primo semestre 2015) e si riferiscono essenzialmente ai settori trasporto (319 milioni di euro), distribuzione (152 milioni di euro) e stoccaggio di gas naturale (51 milioni di euro).

L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2016 ammonta a 14.177 milioni di euro (13.779 milioni di euro al 31 dicembre 2015). 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Snam chiude il semestre con utili in calo a causa del nuovo regime&nbs...