Snaitech, possibile cessione quote maggioranza. Intanto i sindacati lavorano sul rinnovo del contratto nazionale

(Teleborsa) – Si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile passaggio di proprietà della maggioranza azionaria di Snaitech. La società recentemente è riuscita ad uscire da una annosa e difficile situazione, che ha salvato in extremis i dipendenti dai licenziamenti. 

Sembra possibile la cessione del pacchetto di maggioranza, con buona probabilità in mani straniere, e a tale proposito c’è la volontà sindacale di conoscere “informazioni preventive” riguardo a eventuali cambiamenti degli assetti societari o cessioni di attività.

Nel frattempo, i sindacati lavorano per assicurare un futuro più sicuro ai lavoratori della Snaitech. Durante un confronto con la direzione aziendale, è stata presentata la piattaforma per il rinnovo del contratto aziendale unico per tutte le sedi Snaitech in Italia. Presente all’incontro anche Massimo Braccini, segretario regionale della FIOM. “Dopo la fase della gestione della crisi, si rendeva più che
mai necessario sviluppare un nuovo livello contrattuale allargato” – spiega il sindacalista. 

“L’azienda ha preso atto della piattaforma e si è dichiarata disponibile ad aprire un negoziato a livello nazionale, aperta a voler instaurare corrette relazioni sindacali ed a comunicare preventivamente qualsiasi cambiamento aziendale”.

Le aziende legate al settore del gioco restano un settore complesso, “andrà capito, anche in riferimento al nuovo quadro politico, quali cambiamenti potrebbero avvenire visto che le attività sono legate al rilascio di concessioni pubbliche” – conclude Braccini.

Snaitech, possibile cessione quote maggioranza. Intanto i sindacati la...