Snaitech chiude anche il 2016 in rosso. Debito e oneri finanziari in aumento

(Teleborsa) – Snaitech chiude ancora i conti in rosso nel 2016, riportando una perdita di 17 milioni di euro, mentre i ricavi pari a 898 milioni di euro salgono per effetto dell’integrazione del gruppo Cogemat. 

La raccolta complessiva nei primi 3 mesi del 2017 è risultata pari 2.679 milioni di euro, in calo di circa il 3% rispetto al valore del primo trimestre 2016 (2.769 milioni di euro), anche se i target economico-finanziari da raggiungere nel triennio 2017-19 parlano di una crescita media attesa della raccolta superiore al 4%. 

Snaitech presenta un indebitamento finanziario di 480,9 milioni di euro, in aumento di 13,3 milioni di euro rispetto a fine 2015, dopo aver rifinanziato i bond High Yield in scadenza nel 2018. Gli oneri finanziari sono aumentati di oltre il 50%, passando da 56,725 milioni di euro del 2015 a 87,057 milioni del 2016.

La “manovrina” del governo, per quest’anno, porterà a 300 milioni di maggiore tassazione sui giochi, di cui 110 milioni da un incremento della tassazione sulle vincite, 80-90 milioni dall’incremento di 50 bps della tassazione sulle videolotteries e 100 milioni da un incremento di 100 bps della tassazione sulle slot machines. Si prevede che, a regime gli incassi del governo potrebbero raddoppiare, pertanto l’impatto negativo in termini di risultati potrebbe incidere da 5 a 10 milioni di euro sui conti di Snaitech.

Il Consiglio di Amministrazione ha anche approvato il Piano Industriale per il triennio 2017-2019, le cui linee guida prevedono: lo sviluppo del segmento Online grazie all’introduzione di nuovi prodotti; il rinnovo dei diritti Scommesse e l’update tecnologico della rete di agenzie attraverso la progressiva introduzione di nuovi terminali di gioco evoluti; l’evoluzione e l’estensione delle piattaforme Videolottery, meglio conosciute con l’acronimo VLT; il proseguimento della strategia di outsourcing in corso sulla rete di negozi SRI; il completamento entro il primo semestre 2018 del piano di sinergie sui costi operativi varato dopo l’integrazione con Cogemat.

Snaitech chiude anche il 2016 in rosso. Debito e oneri finanziari in&n...