Smiths pesante a Londra dopo i risultati annuali

(Teleborsa) – Si muove in profondo rosso Smiths, che al momento è la più pesante in una Londra ferma al palo, mostrando una perdita del 5,52% sui valori precedenti.

La multinazionale inglese ha riportato un utile al netto delle tasse in crescita del 74% per l’anno fiscale 2017 concluso a fine luglio, attestatosi a 601 milioni di sterline contro i 346 milioni dello stesso periodo di un anno fa. I ricavi sono saliti dell’11% a 3,28 miliardi, mentre il margine operativo è passato al 20,5% contro il 13,1% del 2016.

Tuttavia, se si escludono le variazioni di perimetro e cambi, il fatturato del gruppo è sceso dell’1%. Ciò è dovuto ai risultati negativi della sua controllata nel settore energetico John Crane (che fattura oltre un quarto delle entrate del gruppo), i cui ricavi corretti sono scesi del 4%, unitamente alla performance deludente delle vendite nel suo comparto medico (-3%).

Le implicazioni di breve periodo di Smiths sottolineano l’evoluzione della fase positiva al test dell’area di resistenza 1.559,3 centesimi di sterlina (GBX). Possibile una discesa fino al bottom 1.501,3. Ci si attende un rafforzamento della curva al test di nuovi target 1.617,3.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Smiths pesante a Londra dopo i risultati annuali