Siria, Obama vuole incontrare la Russia per discuterne

Il presidente Obama vorrebbe avere dei colloqui a livello militare con la Russia, per discutere sulla Siria e auspica che ciò possa avvenire molto presto. Lo ha comunicato il suo segretario di Stato John Kerry.

Gli Stati Uniti hanno espresso profonda preoccupazione per la maggior presenza militare della Russia in Siria. “Siamo alla ricerca di un terreno comune di discussione”, ha detto Kerry.

Mosca intanto ha detto che qualsiasi richiesta da parte della Siria di inviare truppe “sarebbe stata discussa e attentamente considerata”.

“Ma è difficile parlare di questa ipotesi”, ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

Nonostante le smentite russe che qualcosa di strano stia succedendo, la prova è la predisposizione di una notevole organizzazione logistica della Russia in Siria, per sostenere il regime di Assad.

Il campo di volo a Latakia, nella Siria nord-occidentale, sembra essere il luogo deputato ad ospitare le avanguardie russe in terra siriana.

Diversi aerei da trasporto pesante, del tipo Antonov, sono arrivati negli ultimi giorni, mentre due navi militari hanno sbarcato veicoli e altre attrezzature, nel porto di Tartus, dove la Russia mantiene una piccola base navale.

Mosca insiste che tutto ciò vada ricondotto alla fornitura di aiuti umanitari in Siria, ammettendo tuttavia di continuare la sua politica di lunga data tesa ad armare le truppe del presidente Assad.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Siria, Obama vuole incontrare la Russia per discuterne