Siria, forze aeree russe volano a fianco di quelle americane

La Russia, per voce del suo Ministero degli Esteri, ha detto che non è fondamentale per il presidente siriano Assad rimanere al potere, aggiungendo che sarà il popolo siriano a decidere quale sarà la cosa migliore.

Quando è stato chiesto se la salvaguardia del leader siriano era una questione di principio per la Russia, il portavoce del Ministero degli Esteri, Maria Zakharova, ha detto, “assolutamente no, non abbiamo mai detto o lasciato intendere che per noi Assad debba andarsene o rimanere al potere”.

La Russia, dallo scorso settembre, sta attualmente sostenendo il governo siriano con attacchi aerei contro i ribelli al regime di Assad, ma la Zakharova, parlando alla radio Ekho Moskvy, ha ribadito che se Assad è ancora al potere non è fondamentale per la Russia e che spetta al popolo siriano decidere il suo destino.

Le dichiarazioni sono state riprese dall’agenzia di stampa Tass, la quale ha rilanciato che questo atteggiamento non rappresenta un cambiamento nella posizione della Russia, che è vista comunque come uno dei più forti sostenitori di Assad.

L’agenzia di stampa Interfax ha riferito che forze aeree russe hanno intrapreso manovre congiunte con le forze aeree americane, in Siria, ma questa circostanza non è stata confermata da Washington.

Le manovre congiunte sembrano essere state attivate per evitare che gli aerei di Usa e Russia si evitino nei cieli siriani, essendo impegnati verso obiettivi contrapposti, come riporta un alto funzionario militare russo.

Siria, forze aeree russe volano a fianco di quelle americane
Siria, forze aeree russe volano a fianco di quelle americane