La proposta di Siri: Bot e Btp alle famiglie italiane per fermare lo spread

Il sottosegretario alle Infrastrutture propone una misura alternativa per contrastare la crisi

L’ultima idea per risanare il reddito pubblico italiano arriva dal sottosegretario alle Infrastrutture Armando Siri. Il politico della Lega, ideatore della “rivoluzione fiscale”, ha proposto di abbassare lo spread facendo acquistare titoli solo alle famiglie italiane, e non agli investitori stranieri.

L’idea di Siri è quella di riservare ad investitori che operano sul territorio italiano Bot e Btp speciali, il cui rendimento sarebbe più alto di quelli che sono invece aperti al mercato internazionale. Attraverso questa manovra, sarebbe possibile far rientrare su territorio italiano 780 miliardi di euro, una piccola parte del debito pubblico che è però attualmente a disposizione degli investitori stranieri.

La prima conseguenza positiva di questa manovra sarebbe la possibile riduzione dello spread in tempi brevi, a cui potrebbe associarsi un nuovo giro di affari per le famiglie italiane, che secondo Siri hanno a disposizione 5mila miliardi di liquidità e che sarebbero propense ad accettare questo tipo di investimenti a fronte di un tasso di interesse ritoccato al rialzo rispetto a quelli già immessi nel mercato.

Il sottosegretario alle Infrastrutture ha anche annunciato che l’Italia ha a disposizione le coperture finanziarie necessarie per far passare sin da subito il decreto dignità, derivanti in parte dalla pace fiscale, da estendere ad oltre 20milioni di contribuenti a cui, secondo Siri, si erano chieste somme che non erano in grado di pagare, e tagliando buona parte degli sprechi. Non è esclusa la possibilità di aumentare il debito pubblico nazionale, ma solo a fronte di misure, come il superamento di spesometro e split payment, che hanno mandato in crisi centinaia di aziende.

La proposta di emettere Bot e Btp speciali con rendimenti maggiori rispetto a quelli del mercato globale non è però stata accolta in maniera positiva dalle altre forze politiche, che hanno criticato le parole di Siri. Secondo Renato Brunetta, ministro dal 2006 al 2011 per la Pubblica Amministrazione e l’innovazione, questo annuncio rischia di creare ulteriore sfiducia nei confronti dell’Italia e una conseguente svendita dei titoli di Stato nazionali, soprattutto nel Regno Unito e negli Stati Uniti, dove operano alcuni dei più importanti investitori che hanno acquistato Btp italiani.

La prima conseguenza di questo scenario potrebbe essere un aumento dei rendimenti e quindi anche dello spread. La proposta di Siri sarebbe valutata solo nel caso in cui i mercati dovessero reagire in maniera negativa alla pace fiscale e al deficit che potrebbe maturare dalle altre manovre in programma, ma le sue dichiarazioni fanno già discutere.

La proposta di Siri: Bot e Btp alle famiglie italiane per fermare lo&n...