Simest sostiene l’export di 18 PMI nel primo trimestre

(Teleborsa) – Si è rivelato cruciale il sostegno di SIMEST alle imprese italiane: nel primo trimestre 2021 ha supportato 18 PMI e MidCap che hanno esportato in 20 Paesi, incassando circa 100 milioni di euro.

Il sostegno è avvenuto su operazioni di Credito fornitore nelle quali SIMEST è intervenuta concedendo il “Contributo Export”, un contributo a fondo perduto a parziale o totale riduzione del costo dello smobilizzo di titoli di pagamento che vengono normalmente emessi dall’acquirente estero a fronte di contratti di vendita. Alcune delle operazioni hanno beneficiato della copertura della SACE.

Tra le imprese supportate Celli Papers, PMI della provincia di Lucca che ha esportato in Ucraina un impianto di produzione di carta per 11 milioni di euro, e Desmet Ballestra, MidCap della provincia di Milano, leader mondiale nello sviluppo, ingegnerizzazione e fornitura di tecnologie, macchinari di lavorazione e produzione per i settori del Cibo e Mangimi e Prodotti chimici. Grazie al Contributo Export di SIMEST ha venduto impianti per la produzione di sapone in America Latina, Asia e Africa, per circa 7,5 milioni di euro. Tra i Paesi destinatari: Colombia, Malesia, Angola, Iraq e Pakistan.

Sostenuta anche Marzoli Machine Textile, PMI di Palazzolo sull’Oglio (BS), che produce macchinari per la preparazione e la filatura di fibre a taglio cotoniero per i settori dei tessuti e dei tessuti non tessuti. La società ne ha esportati 2 in Pakistan per un totale di 2,4 milioni di euro.

Tutte e tre le imprese hanno visto la partecipazione di Monte dei Paschi di Siena in qualità di banca intermediaria delle operazioni di sconto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Simest sostiene l’export di 18 PMI nel primo trimestre