Sicurezza sul lavoro: incontro Catalfo, Patuanelli e parti sociali

(Teleborsa) – Incontro, in videoconferenza, tra il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e le parti sociali per l’aggiornamento del protocollo sottoscritto lo scorso 14 marzo in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Mentre si avvicina a grandi passi la scadenza del DPCM che ha prorogato le misure restrittive al 4 maggio, l’esecutivo lavora alla cosiddetta Fase 2, quella della convivenza con il virus, che dovrà essere gestita sotto il segno del rigore, per scongiurare il rischio, elevato, di fare passi indietro che potrebbero far riesplodere l’emergenza. Uno scenario da evitare a tutti i costi. Centrale, in quest’ottica, la tutela nei luoghi di lavoro con milioni di italiani che dopo il 4 maggio dovrebbero tornare “operativi”.

In particolare, l’allentamento delle misure restrittive per quanto riguarda il sistema economico dovrebbe coinvolgere al massimo 2,7 milioni di lavoratori, come ha spiegato il capo della task force Vittorio Colao nel corso dell’incontro in videoconferenza tra Governo e sindacati. La priorità è far sì che anche le possibili riaperture delle fabbriche prima della data indicata – si ipotizzano i comparti del manifatturiero, Made in Italy, export, settore edile, la produzione di macchinari per l’agricoltura – avvenga solo alla presenza di rigidi sistemi di sicurezza. Sindacati cauti proprio per la difficoltà di reperire strumenti di protezione sanitaria per tutte le aziende.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sicurezza sul lavoro: incontro Catalfo, Patuanelli e parti sociali