SIA rileva T-Frutta e apre alla quotazione in Borsa

(Teleborsa) – SIA punta sul mercato dei coupon digitali con T-Frutta e preannuncia la quotazione in Borsa.

La società, leader in Europa nelle infrastrutture per i pagamenti, ha rilevato il 69% (51% acquisito più aumento di capitale) di UBIQ, start-up nata nel 2012 e specializzata nella progettazione e sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative, in particolare nell’ambito delle promozioni, in cui opera con il marchio T-Frutta.

T-Frutta è un app che permette ai consumatori di avere un cash-back di denaro, facendo la spesa, ogni qualvolta scelgono i prodotti proposti online, spiega SIA in una nota, precisando che questa operazione permetterà al Gruppo di entrare nel mercato del couponing grazie al know-how di UBIQ che nel 2015, dopo sette mesi di attività, ha fatturato circa 800.000 euro.

Durante la presentazione dell’operazione l’Amministratore Delegato di SIA, Massimo Arrighetti, ha detto di non escludere lo sbarco a Piazza Affari entro quest’anno, anche se la quotazione dipenderà dagli eventi. “Valuteremo i tempi e la situazione dei mercati e quando avremo la dimensione giusta e saremo pronti partiremo con l’IPO”.

Arrighetti ha poi precisato che ad oggi non c’è la necessità di sbarcare sul mercato azionario, anche se l’IPO “farebbe parte della naturale evoluzione dell’azienda, che prima era di Bankitalia, poi è passata alle banche e ora è controllata dai fondi”.

SIA è partecipata per il 49,48% dal Fondo Strategico Italiano, per il 17,05% da F21 – Fondi Italiani per le infrastrutture, per l’8,64% da Orizzonte Sgr. Intesa Sanpaolo e Unicredit il 3,37% ciascuna, Mediolanum il 2,84%, Deutsche Bank e il Banco Popolare il 2,5% ciascuna.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

SIA rileva T-Frutta e apre alla quotazione in Borsa