Si muovono in ribasso gli Eurolistini

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, sulla scia delle perdite registrate a Wall Street dove i rendimenti dei Treasury sono aumentati dopo le parole del presidente della Fed Powell. Il banchiere non ha indicato imminenti interventi della banca centrale per frenare il rialzo dei rendimenti.

Sul mercato valutario, seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,38%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,25%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno dell’1,75%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +105 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,75%.

Tra i listini europei seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dello 0,97%, sostanzialmente debole Londra, che registra una flessione dello 0,57%, e sotto pressione Parigi, che accusa un calo dello 0,94%. A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 23.032 punti, con uno scarto percentuale dello 0,27%; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.027 punti.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti viaggi e intrattenimento (+0,88%) e petrolio (+0,69%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti chimico (-1,86%), alimentare (-1,19%) e costruzioni (-1,18%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ben impostata Saipem, che mostra un incremento dell’1,93%.

Tonica Fineco che evidenzia un bel vantaggio dell’1,88%.

In luce ENI, con un ampio progresso dell’1,38%.

Si muove in modesto rialzo Telecom Italia, evidenziando un incremento dello 0,85%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Nexi, che prosegue le contrattazioni a -2,19%.

Tonfo di Buzzi Unicem, che mostra una caduta del 2,11%.

Scivola Unipol, con un netto svantaggio dell’1,97%.

In rosso Poste Italiane, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,93%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Italmobiliare (+3,68%), De’ Longhi (+1,57%), Saras (+1,57%) e Autogrill (+1,53%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su GVS, che prosegue le contrattazioni a -3,00%.

Lettera su Mutuionline, che registra un importante calo del 2,07%.

Spicca la prestazione negativa di Technogym, che scende dell’1,73%.

Webuild scende dell’1,57%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Si muovono in ribasso gli Eurolistini