Si muove in territorio negativo Milano, in linea con l’andamento dei mercati europei

(Teleborsa) – Giornata difficile per Piazza Affari, che scambia in pesante ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Nel frattempo, Wall Street prosegue le contrattazioni in forte ribasso, con lo S&P-500 che flette del 2,09%.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,12. Deciso balzo in alto dell’oro (+1,55%), che raggiunge 1.661,9 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,21%.

In deciso rialzo lo spread, che si posiziona a +174 punti base, con un forte incremento di 9 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,06%.

Tra i listini europei sessione nera per Francoforte, che lascia sul tappeto una perdita dell’1,51%, in caduta libera Londra, che affonda dell’1,62%, e pesante Parigi, che segna una discesa di ben -1,9 punti percentuali.

A picco Piazza Affari, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell’1,78%; sulla stessa linea, giornata da dimenticare per il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 23.320 punti, ritracciando dell’1,92%. Pessimo il FTSE Italia Mid Cap (-2,98%), come il FTSE Italia Star (-2,6%).

Risultato negativo a Milano per tutti i settori.

Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti viaggi e intrattenimento (-5,03%), immobiliare (-3,76%) e bancario (-3,02%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buoni spunti su Exor, che mostra un ampio vantaggio dell’1,10%.

Ben impostata Leonardo, che mostra un incremento dell’1,02%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Juventus, che prosegue le contrattazioni a -5,85%.

Sotto pressione UBI Banca, con un forte ribasso del 5,84%.

Soffre Saipem, che evidenzia una perdita del 5,13%.

Seduta drammatica per Ferragamo, che crolla del 5,05%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Mondadori (+1,33%), Ivs Group (+0,96%), MARR (+0,87%) e Italmobiliare (+0,75%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su OVS, che ottiene -9,56%.

Sensibili perdite per Anima Holding, in calo del 7,78%.

In apnea Banca MPS, che arretra del 7,44%.

Tonfo di Fincantieri, che mostra una caduta del 6,91%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Si muove in territorio negativo Milano, in linea con l’andamento...