Shanghai guida la riscossa delle Borse asiatiche

Tutti positivi i maggiori listini asiatici, che riescono a consolidare i forti guadagni messi a segno la vigilia.

I mercati continuano a trarre linfa dalle aspettative per un più lontano aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti, anche se le statistiche complessivamente superiori alle attese giunte ieri dalla prima potenza al mondo (in testa quella sui prezzi al consumo) ha allontanato le speranze per un posticipo al prossimo anno.

Di grande aiuto anche il rally di Shanghai, che da lunedì ha guadagnato il 5% grazie alla decisione del Governo di riformare molte società di Stato, e alle attese per ulteriori stimoli all’economia alla luce dell’attuale rallentamento congiunturale.

A Tokyo l’indice Nikkei ha terminato con un guadagno dello 0,97% a 18.273 punti mentre il più ampio Topix porta a casa un +0,90% a 1.504 punti.

Tra le altre borse asiatiche già chiuse, Seul ha terminato con un guadagno dello 0,97%, Taiwan ha preferito invece cedere a qualche presa di profitto chiudendo poco sotto la parità (-0,15%).

Quasi tutte frecce verdi anche tra le equity ancora in contrattazione, ad eccezione di Jakarta -0,11% e Bangkok -0,56%. Bene Hong Kong, che avanza dello 0,37%, Shanghai +0,67%, Singapore +0,56% e Kuala Lumpur +0,12%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Shanghai guida la riscossa delle Borse asiatiche