Sfide inarrestabili per la moneta elettronica: da Allianz e Visa più “protezione” e nuovi servizi di pagamento integrati.

(Teleborsa) – Nuove tecnologie e crescente rivoluzione per i pagamenti elettronici. Dopo il lancio delle mobile app ApplePay e SamsungPay, quest’ultima finalmente disponibile in Italia da pochi giorni in versione ancora Beta, è la volta di “Allianz” che, con il supporto di Visa, fa il suo ingresso nel mercato dei pagamenti digitali. Mentre da altri importanti circuiti, American Express e Nexi (ex CartaSì) in testa, si attendono a breve importanti novità.

La peculiarità di “Allianz Prime” è di poter fornire un servizio integrato di pagamento in mobilità, primo nel suo genere, in cui vengono combinati servizi assicurativi legati ai processo di pagamento ed ulteriori benefici e servizi customizzabili in termini di fidelizzazione, probabilmente ritagliati sui comportamenti di spesa del titolare della carta. 

La tecnologia avanzata, supportata dall’expertise world wide del circuito VISA, permette dunque di effettuare pagamenti rapidi e sicuri direttamente dal proprio dispositivo mobile, per acquisti sia online sia presso i punti vendita già attrezzati con pos contactless ed allo stesso tempo di fruire di servizi assicurativi erogati da Allianz, rendendo l’azione di pagamento semplice, sicura e remunerativa in termini accessori di fidelizzazione.

Per quanto attiene la sicurezza, Visa ha fornito un sistema tecnologico unico nel suo genere in grado di sostituire le informazioni sensibili custodite in chip e bande magnetiche delle carte con un identificativo digitale univoco, denominato “token” (VTS – Visa Token Services), finalizzato al completamento della transazione senza l’utilizzo dei dati della carta.

pagamenti online

 

La vera novità risiede tuttavia nell’abbinamento di tutte le transazioni con un sistema di servizi extra per il cliente, non solo assicurativi, ma anche di fidelizzazione per ricompensare, (o piuttosto orientare il consumatore nelle scelte di acquisto) attraverso un sistema di ricarica del conto legato all’utilizzo. Gli stessi consumatori potranno dunque essere incentivati nelle spese e nella fruizione di un brand piuttosto che di un altro, al fine di ottenere sconti, vantaggi ed omaggi aggiuntivi con abbinamento ad un catalogo di premi e servizi ad alto valore aggiunto.             

A partire dal 28 febbraio 2018 dunque, un fortunato campione di clienti Allianz potrà testare l’app congiuntamente ad un upgrade al servizio “Allianze Prime” il quale, vista la copertura del colosso assicurativo e del suo partner Visa, potrà facilmente diventare uno dei principali player del mercato globale.

“Siamo lieti di unire le forze con Allianz Partners per offrire ai loro clienti una soluzione mobile integrata che combina pagamenti, tracciamento spese e dei servizi assicurativi avanzati in modo innovativo – ha dichiarato Mike Lamberger, vice presidente senior product solution Europe di Visa – con il lancio della loro prima app per i pagamenti mobili, Allianz non solo ha creato un  nuovo modo per coinvolgere e premiare i clienti, ma offre anche un modo sicuro per effettuare pagamenti in tutto il mondo, aiutando i clienti a tenere traccia delle loro spese”.

A processare invece le transazioni e ad integrare il programma di pagamento con quello di fidelizzazione sarà il vendor tedesco “Wirecard“, partner di Allianz nel progetto per la tecnologia finanziaria, nonché provider della piattaforma di servizi accessori che impreziosiranno il prodotto con il programma di fidelizzazione dedicato.

“Con il supporto dei nostri partner digitali Visa e Wirecard –  ha aggiunto Matthias Wuensche, responsabile market management and innovation di Allianz Partners – abbiamo creato il prodotto “Allianz Prime” che offre un servizio ai nostri clienti in tutta libertà e sicurezza tramite pagamenti mobili protetti ed assicurati, off ed online, sempre ed ovunque”

L’utilizzo del servizio è piuttosto semplice e immediata. Si parte dal download dell’applicazione sul proprio dispositivo e dalla propria registrazione per consentire all’emittente, Wirecard di creare un account virtuale nel circuito Visa che potrà essere ricaricato all’istante da qualsiasi conto corrente o carta di pagamento associati e precedentemente verificati.

Dopo queste facili operazioni di registrazione, la nuova modalità di pagamento sarà immediatamente associata ai servizi a valore aggiunto, sia assicurativi che di loyalty, appena descritti, con una serie di funzioni e impostazioni eseguibili nell’applicazione che porteranno, se si vuole, a ricevere offerte ed informazioni geolocalizzate sulle migliori promozioni in corso.

Pertanto, i principali e considerevoli servizi offerti, oltre alle primarie modalità di pagamento, saranno relativi alla raccolta punti per ogni acquisto effettuato; al tracciamento semplice ed efficace di tutte le proprie spese – anche suddivise per tipologie di acquisti precedentemente classificate – ed alla consultazione di report altamente personalizzati. Assieme all’ efficiente copertura contro le frodi vi sarà anche un supporto clienti in caso di acquisti non corrispondenti alle aspettative o smarriti, fornendo appunto modalità di rimborso.

pagamenti online

Particolare attenzione viene riservata alla prevenzione di frodi di identità, nonché ad utilizzi di smartphone manomessi e/o rubati. Infatti, tramite la tecnologia “Token” fornita da Visa, si ha la possibilità di proteggere i dati sensibili ad ogni transazione, creando una serie di codici ogni volta diversi, non rendendo di conseguenza note le informazioni della carta registrata. Per la finalizzazione di ogni pagamento sarà necessaria inoltre la verifica dell’impronta digitale e/o l’analisi dell’iride associato univocamente al titolare. Garanzie queste veramente difficilmente alterabili e che aggiungono un ulteriore livello di sicurezza ai pagamenti digitali.

Nell’era della totale digitalizzazione dei pagamenti, aggiungere quindi un livello di sicurezza nonché di assicurazione per le frodi, abbinata ad ogni transazione, renderà l’utilizzo degli stessi dispositivi verosimilmente sempre più fruibile, facile e rassicurante nella sempre più ampia platea mondiale di utilizzatori.

Resterà da capire quanto, in un Paese come l’Italia notoriamente diffidente e ancora troppo poco incline ai sistemi tecnologici di pagamento, verrà riconosciuto “appeal” ad un servizio così sofisticato, anche se abbinato a concreti benefici aggiuntivi come quelli assicurativi e di loyalty.

In definitiva, mentre a nord delle Alpi gli acquisti in modalità mobile e digitale sono fortemente incentivati anche per il pagamento di un semplice caffè, sia dalle amministrazioni governative che dagli stessi commercianti, rimane indubbio che nella penisola italica sia oltremodo, per tradizione, molto più “corrente” il pagamento di un caffè “sospeso” che in “contactless”! E ancora, le altre “carte” di circuiti importanti, come American Express e Nexi è molto probabile che ci riserveranno presto nuove possibilità innovative. Di certo non “staranno a guardare”.

Sfide inarrestabili per la moneta elettronica: da Allianz e Visa più ...