Senza direzione Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee dopo il mancato accordo sul nucleare tra Trump e Kim Jong-un. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela che regna in Europa, e scambia sulla linea di parità, dopo il nulla di fatto di Wall Street e il rosso di Tokyo.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,139. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.324,4 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,39%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +263 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,79%.

Tra le principali Borse europee tentenna Francoforte, che cede lo 0,20%, in rosso Londra, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,77%, piatta Parigi, che tiene la parità.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,07% sul FTSE MIB; rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 22.505 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,49%); sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,19%).

In luce sul listino milanese i comparti chimico (+1,16%), vendite al dettaglio (+1,12%) e bancario (+0,45%). Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti immobiliare (-1,99%), tecnologia (-1,30%) e viaggi e intrattenimento (-0,77%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per Saipem, che registra un progresso del 4,77% dopo i risultati 2018 migliori delle aspettative. Ben impostata Pirelli, che mostra un incremento dell’1,13%. Tonica Atlantia che evidenzia un bel vantaggio dell’1,02%. Piccolo passo in avanti per Buzzi Unicem, che mostra un progresso dello 0,76%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Juventus, che prosegue le contrattazioni a -2,46%. Spicca la prestazione negativa di STMicroelectronics, che scende dell’1,56%. Moncler arretra dell’1,08%. Sostanzialmente debole Brembo, che registra una flessione dello 0,95%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Piaggio (+3,25%), Cerved Group (+3,11%), Banca MPS (+2,26%) e Maire Tecnimont (+2,09%). Le peggiori performance, invece, si registrano su IMA, che ottiene -1,48%. Calo deciso per FILA, che segna un -1,12%. Sotto pressione Fincantieri, con un forte ribasso dell’1,03%. Si muove sotto la parità Biesse, evidenziando un decremento dello 0,96%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Senza direzione Milano e gli altri mercati europei