Senza direzione Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee, dopo il finale leggermente positivo della piazza di Tokyo. La borsa milanese resta in attesa di sviluppi sul fronte politico, con Salvini e Di Maio che avrebbero trovato un accordo di governo dopo due mesi di stallo. 

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.318,9 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,52%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 132 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,89%. Prende il via la tredicesima emissione del BTP Italia da parte del Tesoro.

Tra i listini europei sostanzialmente invariata Francoforte +0,02%, resta vicino alla parità Londra (-0,09%), piatta Parigi.

Apre sui livelli precedenti Piazza Affari, con il FTSE MIB a 24.119 punti.

In luce sul listino milanese il comparto Tecnologico, con un +0,51% sul precedente. Offerti i comparti Chimico (-0,55%), Materie prime (-0,52%) e Petrolifero (-0,46%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Pirelli & C (+0,80%) nel giorno della trimestrale, BPER (+0,64%), Banco BPM (+0,63%) e STMicroelectronics (+0,59%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Azimut -1,14%. Fiacca Saipem, che mostra un piccolo decremento dello 0,59%. Discesa modesta per Snam, che cede un piccolo -0,57%. Pensosa Ferrari, con un calo frazionale dello 0,57%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, ERG (+2,28%), Gima Tt (+1,32%), Banca Farmafactoring (+0,89%) e Inwit (+0,88%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Zignago Vetro -2,91%. Pesante El.En, che segna una discesa di ben -2,63 punti percentuali. Mutuionline scende dell’1,63%. Calo deciso per Credem, che segna un -1,51%.

Sul resto del listino vola Banca MPS +5,37% dopo aver annunciato la più grande cartolarizzazione in UE. Brilla Falck Renewables +6,58% dopo aver riportato risultati trimestrali in miglioramento. 

Debutta sull’AIM ItaliaSomec.

Senza direzione Milano e gli altri mercati europei