Senato, primo ok a tutela ambientale e degli animali in Costituzione

(Teleborsa) – Con la prima approvazione, arrivata ieri, da parte della Commissione Affari costituzionali del Senato al disegno di legge di modifica degli articoli 9 e 41 della Carta fondamentale dello Stato, è stato avviato l’iter per l’introduzione della tutela dell’Ambiente e degli animali nella Costituzione.

“È un risultato storico per il quale mi sono battuto negli ultimi cinque anni con l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile – ha commentato il ministro per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini –. L’inserimento in Costituzione del riferimento allo sviluppo sostenibile e alle future generazioni sarebbe un risultato davvero straordinario sul piano culturale e politico”.

“Si tratta di un passo decisivo per allineare la nostra carta costituzionale a quella di quasi tutti gli Stati europei, ma soprattutto – hanno affermato gli esponenti del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari costituzionali al Senato – si tratta di un tassello fondamentale nel grande puzzle che compone la transizione ecologica e solidale. Siamo molto soddisfatti e fieri del lavoro svolto sin qui. Adesso l’obiettivo è quello di calendarizzare al più presto questa riforma per l’aula, affinché si possa procedere in maniera più spedita possibile all’approvazione definitiva di questa riforma, che farà dell’ecologia, della tutela della biodiversità e degli ecosistemi il pilastro di ogni strategia per lo sviluppo ed il progresso del Paese”.

Un appello quello a velocizzare l’approdo del testo in aula condiviso da ambientalisti, animalisti ma anche dalla maggioranza di governo.
Anche se, spiega la Lega Antivivisezione, per arrivare a tale “cambiamento epocale”, che la Lav chiede dal 1999, l’Italia dovrà attendere almeno fino al maggio 2022. L’iter di approvazione prevede, infatti, un anno di tempo necessario fra i due rami del Parlamento.

Nel dettaglio il dl prevede di aggiungere al testo dell’articolo 9 della Costituzione che recita “la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione” un terzo paragrafo: “Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali”.

“Un grande risultato. Avanti ora più rapidamente possibile con gli altri passaggi” ha commentato su Twitter il segretario Pd Enrico Letta. Plaude anche la Lega sottolineando “la positiva convergenza di tutte le forze di maggioranza”.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla deputata di Forza Italia Michela Vittoria Brambilla. “Da tre legislature mi batto per ottenere questo risultato e ora – ha affermato Brambilla – il Parlamento può realizzare un grande cambiamento, di straordinaria portata, giuridica, sociale e culturale”.

(Foto: CC-BY-2.0)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Senato, primo ok a tutela ambientale e degli animali in Costituzione