Sell-off sui Mercati. Pesa caos Brexit

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Sul sentiment degli investitori pesa il “caos Brexit” dopo che la premier Theresa May ha confermato il rinvio del voto parlamentare sul controverso accordo di uscita del Regno Unito dall’Ue.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,137. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.246 dollari l’oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-2%), che ha toccato 51,56 dollari per barile.

Lieve calo dello spread, che scende a +285 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,09%.

Tra gli indici di Eurolandia vendite a piene mani su Francoforte, che soffre un decremento dell’1,54%. In rosso Londra, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,83%. Sul mercato Forex va a picco la sterlina. Spicca la prestazione negativa di Parigi, che scende dell’1,47%. A Milano, forte calo del FTSE MIB (-1,77%), che ha toccato 18.410 punti.

In Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,84 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente; i contratti si sono attestati a 216.276, rispetto ai precedenti 215.668, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,74 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,82 miliardi.

A fronte dei 220 titoli trattati, 166 azioni hanno chiuso in ribasso. Per contro 43 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 11 azioni del listino italiano.

Si distingue a Piazza Affari il settore vendite al dettaglio ed esibisce un +0,93% sul precedente. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti beni per la casa (-4,07%), viaggi e intrattenimento (-3,33%) e materie prime (-3,04%).

Una giornata da dimenticare per Piazza Affari, con tutte le Blue Chip che mostrano una performance negativa. Le peggiori performance si sono registrate su Moncler, che ha chiuso a -5,13%. Pessima performance anche per Mediaset, che registra un ribasso del 5,12%.

Tra gli altri industriali, in caduta libera CNH Industrial, che affonda del 3,48%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, IMA (+3,10%), Juventus (+2,17%), Gima TT (+1,80%) e MARR (+0,87%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su OVS, che ha terminato le contrattazioni a -13,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sell-off sui Mercati. Pesa caos Brexit