Segno meno per Piazza Affari e le altre Borse europee

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee. Sostanzialmente debole l’andamento di Wall Street, con l’S&P-500 che registra una flessione dello 0,58%.

Sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,22%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,31%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 73,67 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +112 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,62%.

Tra i listini europei discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,61%, pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,65%, e tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,32%. Sessione debole per il listino milanese, che termina con un calo dello 0,60% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, si posiziona sotto la linea di parità il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 27.864 punti.


In Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,12 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente; i volumi scambiati sono passati da 0,75 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,77 miliardi.

429 sono le azioni scambiate: tra queste, 230 titoli hanno chiuso in rosso, mentre 154 azioni hanno terminato in territorio positivo. Invariate le altre 45 azioni del listino milanese.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di Amplifon, che mostra un rialzo del 3,30%.

Su di giri Unicredit (+2,8%).

Ferrari avanza dell’1,60%.

Si muove in territorio positivo Recordati, mostrando un incremento dell’1,36%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Saipem, che ha terminato le contrattazioni a -4,44%.

Pesante Nexi, che segna una discesa di ben -4,11 punti percentuali.

Seduta drammatica per Banco BPM, che crolla del 3,72%.

Sotto pressione Enel, con un forte ribasso del 2,93%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Astaldi (+9,50%), El.En (+7,80%), Webuild (+6,59%) e Italmobiliare (+3,87%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Biesse, che ha chiuso a -4,41%.

Sensibili perdite per Autogrill, in calo del 2,76%.

In apnea Danieli, che arretra del 2,34%.

Tonfo di Fincantieri, che mostra una caduta del 2,31%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Segno meno per Piazza Affari e le altre Borse europee