Segno meno per il comparto finanziario in Italia (-1,49%), scambi al ribasso per Credito Valtellinese

(Teleborsa) – Seduta in ribasso per il settore finanziario italiano, preannunciato dall’andamento debole dell’indice EURO STOXX.

Il FTSE Italia Financials ha avviato la giornata a quota 10.624,1, in diminuzione dell’1,49%. Flessione controllata invece dell’indice che include i titoli europei a grande, media e bassa capitalizzazione che evidenzia una leggera diminuzione rispetto alla precedente chiusura a quota 354,18, dopo che ha esordito a 354,55.

Tra le Blue Chip di Piazza Affari dell’indice finanziario, ribasso scomposto per Banco BPM, che esibisce una perdita secca del 2,95% sui valori precedenti.

Tonfo di Poste Italiane, che mostra una caduta del 2,79%.

Lettera su BPER, che registra un importante calo del 2,63%.

Tra le mid-cap italiane, aggressivo avvitamento per Credito Valtellinese, che tratta in perdita del 5,08% sui valori precedenti.

Affonda Banca MPS, con un ribasso del 3,32%.

In rosso Banca Farmafactoring, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,32%.

Tra le small-cap di Milano, retrocede molto Banca Intermobiliare, che esibisce una variazione percentuale negativa del 4,04%.

Crolla CIA, con una flessione del 3,58%.

Vendite a piene mani su PLC, che soffre un decremento del 3,17%.

Segno meno per il comparto finanziario in Italia (-1,49%), scambi al r...