Segnali di apertura tra le due Coree. Kim: “Una nuova storia comincia adesso”

(Teleborsa) – Poche parole ma tanti gesti simbolici nello storico incontro tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e il Presidente della Corea del Sud Moon Jae-in.

Il terzo summit intercoreano si è svolto nel villaggio di Panmunjom che si trova al confine tra i due Stati. Le premesse sono state subito positive: quando Kim è arrivato a Panmunjom ha stretto più volte la mano di Moon. Poi ha scritto sul libro ospiti della Peace House dove si è svolto l’incontro “Una nuova storia comincia adesso”.

Il leader nordcoreano ha auspicato colloqui “franchi” sulle questioni della penisola, invitando a non sprecare il tempo e l’occasione offerti per ottenere “buoni risultati”.

Grande apertura anche da parte di Moon, che ha parlato di una Panmunjom “simbolo di pace, non di divisione”.

Il primo round di colloqui tra i due leader è durato circa due ore. Nel pomeriggio Kim si recherà a Sud per altri eventi, tra cui una passeggiata. A seguire nuovi colloqui, la firma della dichiarazione congiunta e la cena finale offerta da Moon.

Non è mancato un fuoriprogramma: il Presidente sudcoreano si è recato per pochi secondi al Nord su invito di Kim. Dopo un veloce scambio di battute, i due leader sono ritornati al Sud insieme.

Segnali di apertura tra le due Coree. Kim: “Una nuova storia com...