Seduta nervosa in Asia, Tokyo in calo. Mossa BCE non basta

(Teleborsa) – Seduta nervosa per la borsa di Tokyo che, dopo l’annuncio della BCE di un maxi programma di acquisto titoli da 750 mld di euro per far fronte all’emergenza pandemia ha aperto al rialzo, ma poi ha ceduto alla volatilità e cniuso in calo insieme alle altre piazze asiatiche.

L’indice Nikkei giapponese porta a casa un calo dell’1,04% a 16.552,83 punti mentre il più ampio Topix riesce a chiudere sopra la parità con un +0,47%. Non si salva Seoul che termina con un -7,52%.

Giù anche le borse cinesi, con Shanghai che segna un -0,97% e Shenzhen un -0,32%. Perdite ancora ampie per Taiwan (-5,83%).

Negative le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong che perde il 2,48%, segiuta da Bangkok -3,15%, Singapore -4,63%, Jakarta -5,35% e Kuala Lumpur -3,73%.

Rosso per Mumbay (-1,96%) e Sydney (-3,79%).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Seduta nervosa in Asia, Tokyo in calo. Mossa BCE non basta