Seduta euforica per Milano e le Borse europee

(Teleborsa) – Le borse europee e Piazza Affari avviano gli scambi in rialzo, in scia alla performance brillante die mercati asiatici, a dispetto della cautela che precede le decisioni della Fed, da cui è atteso un altro rialzo dei tassi di 75 punti base.

Dal FOMC si attendono segnali di una pausa nel ciclo di aumento dei tassi, ma anche la Presidente della BCE Christine Lagarde oggi ha segnalato che l’inflazione potrebbe aver raggiunto u picco e che gli aumenti dei tassi assicureranno che questa si riporti sul target del 2% nel medio termine.

Attesi per oggi i dati del PMI della Zona Euro e degli Stati Uniti, dopo che il PMI cinese ha recuperato dai minimi, ma è rimasto sotto la soglia chiave dei 50 punti.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,51%. Giornata positiva per l’oro, che continua la seduta a 1.650,45 dollari l’oncia. Forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell’1,63%.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a +211 punti base, con un calo di 12 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 4,20%.

Nello scenario borsistico europeo composta Francoforte, che cresce di un +1%, Londra avanza dell’1,31%, e si muove in territorio positivo Parigi, mostrando un incremento dell’1,61%.

Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dell’1,49% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata in aumento dell’1,40% rispetto alla chiusura precedente.

In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+1,17%); sulla stessa tendenza, sale il FTSE Italia Star (+1,01%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, denaro su Telecom Italia, che registra un rialzo del 3,23%.

Bilancio decisamente positivo per Moncler, che vanta un progresso del 3,00%.

Buona performance per Campari, che cresce del 2,73%.

Sostenuta Fineco, con un discreto guadagno del 2,53%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Pirelli, che ottiene -0,73%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Brunello Cucinelli (+2,98%), CIR (+2,46%), Ferragamo (+2,42%) e Mfe A (+2,37%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Pharmanutra, che segna un -1,18%.

(Foto: © Moreno Soppelsa | 123RF)