Seduta difficile per Union Pacific dopo i conti

(Teleborsa) – In deciso ribasso Union Pacific, che esibisce una perdita del 7,27% dopo aver diffuso i conti trimestrali. Il 4° trimestre del 2015 si è chiuso con un calo dell’utile del 22% a 1,1 mld di dollari, con una flessione del trasporto merci su rotaia del 9%. L’eps si è attestato a 1,31 dollari dagli 1,42 del consensus. In calo del 15% il fatturato a 5,2 mld USD.

La tendenza ad una settimana di Union Pacific è più fiacca rispetto all’andamento dell’indice S&P-500. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Lo status tecnico di Union Pacific mostra segnali di peggioramento con area di supporto fissata a 66,98 dollari USA, mentre al rialzo l’area di resistenza è individuata a 69,64. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 65,69.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Seduta difficile per Union Pacific dopo i conti