Seduta all’insegna del toro a New York

(Teleborsa) – La borsa di Wall Street taglia il traguardo di metà seduta confermando l’intonazione positiva dell’avvio. Sul fronte macroeconomico, Markit ha reso noto che è salito, nel mese di gennaio, l’Indice IHS PMI Manifatturiero indicando un solido incremento delle condizioni operative. Secondo il Census Bureau, invece, la spesa per le costruzioni è cresciuta oltre le attese degli economisti.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones, mostra una plusvalenza dello 0,76%; sulla stessa linea, si muove con il vento in poppa l’S&P-500, che arriva a 3.772 punti. Balza in alto il Nasdaq 100 (+2,5%); come pure, su di giri l’S&P 100 (+1,69%).

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti informatica (+2,59%), beni di consumo secondari (+2,19%) e telecomunicazioni (+2,15%).


Al top tra i giganti di Wall Street, Microsoft (+4,07%), Visa (+2,31%), Intel (+2,27%) e Apple (+2,09%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Walgreens Boots Alliance, che ottiene -1,17%.

Contrazione moderata per Home Depot, che soffre un calo dello 0,88%.

Sottotono 3M che mostra una limatura dello 0,77%.

Deludente Exxon Mobil, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Illumina (+5,06%), Tesla Motors (+5,02%), Tripadvisor (+4,46%) e Nxp Semiconductors N V (+4,34%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Bed Bath & Beyond, che continua la seduta con -15,17%.

Pessima performance per Moderna, che registra un ribasso del 10,08%.

Sessione nera per Discovery, che lascia sul tappeto una perdita del 2,11%.

In caduta libera American Airlines, che affonda del 2,10%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Seduta all’insegna del toro a New York