Seduta a due velocità a New York

(Teleborsa) – Prosegue con prudenza la Borsa di New York nell’ultima seduta del mese di giugno. A Wall Street sono scattate alcune prese di beneficio dopo i record della vigilia. La cautela tra gli investitori è d’obbligo dopo che Christopher Waller, membro della Fed, ha dichiarato che l’economia americana mostra una forza sorprendente e quindi la banca centrale americana potrebbe iniziare a ridurre gli acquisti di titoli prima del previsto. Sullo sfondo resta la preoccupazione per il diffondersi della variante Delta del Covid-19.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sale dello 0,51% a 34.292 punti, mentre, al contrario, chiude la giornata senza particolari scossoni l’S&P-500, fermandosi a 4.292 punti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,12%); sulla stessa tendenza, senza direzione l’S&P 100 (+0,09%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori energia (+1,27%), beni industriali (+0,63%) e beni di consumo per l’ufficio (+0,52%).


Tra le migliori Blue Chip
del Dow Jones, Wal-Mart (+2,59%), Boeing (+2,23%), Goldman Sachs (+1,71%) e 3M (+1,07%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Honeywell International, che ha terminato le contrattazioni a -7,13%.

Sessione nera per Intel, che lascia sul tappeto una perdita del 2,21%.

Sotto pressione Nike, che accusa un calo dell’1,10%.

Sottotono Visa che mostra una limatura dello 0,57%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Bed Bath & Beyond (+10,33%), Xilinx (+3,11%), Regeneron Pharmaceuticals (+2,75%) e Vertex Pharmaceuticals (+2,16%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Altera, che ha archiviato la seduta a -2,74%.

In caduta libera Intel, che affonda del 2,21%.

Scivola Cognizant Technology Solutions, con un netto svantaggio dell’1,59%.

In rosso Liberty Global, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,50%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Seduta a due velocità a New York