Scuola, vertice con Regioni. “Preoccupano” risultati test su docenti

(Teleborsa) – Poco più di due settimane alla riapertura della scuola, fissata al 14 settembre. Il Governo, Ministra Azzolina in testa, ribadiscono ad ogni occasione utile che non c’è pericolo di slittamento e che la ripartenza non è a rischio. Il tempo stringe, le incognite sul tavolo sono ancora tante.

Lo scorso lunedì, a Palazzo Chigi si è svolto un vertice tra il Premier Giuseppe Conte, la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e i Ministri competenti sulla riapertura: la titolare del MIT Paola De Micheli e il Ministro della Salute Roberto Speranza. Presente anche il Commissario per la scuola Domenico Arcuri.

A quanto si apprende, è previsto oggi alle 11, un nuovo vertice in videoconferenza con Regioni e enti locali, convocato dal Ministro degli Affari Regionali Boccia con i Ministri Azzolina, Speranza e De Micheli. Partecipano anche il Capo della Protezione Civile Borrelli e il commissario Arcuri. Tra i nodi da sciogliere un protocollo unico per la gestione di eventuali casi di Covid all’interno delle scuole e quello dei trasporti.

Preoccupano, intanto, i risultati degli screening sui docenti, con 20 positivi solo in Umbria e si ragiona sulla misurazione della temperatura e sui trasporti. Per salire sugli scuolabus, secondo le prime indicazioni diffuse dal MIT, bisognerà essere senza febbre e i mezzi potranno viaggiare a pieno carico solo per tragitti inferiori ai 15 minuti.

Tra i Governatori “ribelli“, quello della Liguria Toti, contrario all’uso della mascherina durante le lezioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, vertice con Regioni. “Preoccupano” risultati test ...