Scuola, proposta introduzione educazione civica presentata troppo tardi

(Teleborsa) – Il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti ha inviato un decreto al CSPI, l’organo di supporto tecnico-amministrativo del Miur, per l’avvio dello studio obbligatorio dell’educazione civica nell’anno scolastico 2019/2020. Sarà espressa una procedura d’urgenza per poter procedere alla firma, ma il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha fatto sapere che non ha alcuna intenzione di riunirsi a breve.

Troppo tardi è stata presentata la legge, sforando il 16 agosto scorso, termine per vedere pubblicata la legge in Gazzetta Ufficiale per permetterne l’adozione a partire dal prossimo 1° Settembre. Ne ha parlato anche il Presidente di ANIEF, Marcello Pacifico, dichiarando: “Questa norma sembra avere effetti più mediatici che pedagogici, il primo errore è stato togliere ore all’insegnamento per far spazio all’educazione civica“.

“Inoltre – continua Pacifico – si è deciso di lasciare la decisione riguardo chi avrà le 33 ore di lezione annue ai Collegi dei docenti. Cosa accadrà se nell’organico dell’autonomia non ci sono docenti che hanno competenze per insegnare la materia che non può essere improvvisata?”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, proposta introduzione educazione civica presentata troppo tard...