Scuola, per la Consulta il precariato è illegittimo: il Governo si prepari a risarcimenti di massa

(Teleborsa) – “Sull’abuso di precariato, il Governo sapeva che la Consulta avrebbe dato ragione ai ricorrenti: per questo motivo, lo scorso anno ha avviato il piano straordinario d’assunzioni per alcune categorie di docenti e un fondo per il risarcimento pari a 10 milioni di euro”: così si è espresso, stamane a Terrasini, nel corso della XIV Conferenza organizzativa legali Anief, Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’associazione sindacale, commentando la decisione presa dalla Corte Costituzionale di adeguare l’Italia al parere espresso dalla Corte di Giustizia Europea un anno e mezzo fa.

“È chiaro – ha detto il leader sindacalista, all’apertura dei lavori con avvocati e collaboratori Anief a confronto sulle iniziative legali attivate – che, dopo sei anni di contenzioso e denunce dell’Anief, avviate nel 2010, quello compiuto dall’Esecutivo Renzi è solo un primo passo verso la messa in parallelo dell’Italia rispetto alle indicazioni dei giudici sovranazionali sul fronte della reiterazione delle supplenze, nel rispetto della sentenza Mascolo della Corte di Giustizia Europea del novembre 2014. Finché non si darà piena attuazione alla stabilizzazione automatica del personale precario, anche degli altri comparti della pubblica amministrazione, che hanno svolto oltre tre anni di servizio su posto libero, pure non continuativo, la posizione italiana sul precariato scolastico rimarrà non conforme al diritto dell’Unione Europea”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, per la Consulta il precariato è illegittimo: il Governo si pr...