Scuola, per Anief serve patto educativo per evitare diffusione del Covid 19

(Teleborsa) – I numeri di contagio di Covid-19 crescono in Italia e nel resto del mondoed hanno subito un’accelerazione dall’inizio dell’anno scolastico, ma il problema non va ravvisato nella scuola in sé, quanto piuttosto nelle regole che vanno fatte rispettare, durante e dopo le lezioni.

“In questi giorni stiamo verificando che è molto importante rispettare le norme sul distanziamento sociale, sia da parte degli studenti e delle famiglie, sia da parte degli insegnanti e del personale amministrativo”. E’ quanto afferma Marcello Pacifico, Presidente del sindacato Anief, in una intervista rilasciata a Teleborsa.

Serve un nuovo patto educativo – aggiunge – è importantissimo che gli studenti rispettino le stesse regole che sono nella scuola in ogni momento della giornata, sia durante le lezioni che quando si esce da scuola”.

“Occorre rispettare delle regole primarie per non diffondere il virus, il rispetto del distanziamento sociale“, sottolinea Pacifico, lanciando un appello a tutta la comunità educativa, agli studenti, al personale amministrativo, docente ed educativo, perché è “l’unico antidoto per non richiudere tutti a casa”.

“Oggi purtroppo abbiamo record negativo di contagi, 2.500 casi come il 23 aprile, in pieno lockdown, 13.000 casi in Francia, 9.000 casi in Israele, dobbiamo veramente fare uno sforzo – famiglie e comunità educante – per disciplinare i nostri ragazzi”, afferma il leader del sindacato, aggiungendo che “con i test rapidi, purtroppo, avremo la contezza di asintomatici che prima non avevamo registrato”.

“Rivolgo un ultimo appello a tutte le famiglie italiane – conclude – affinché cerchino di educare i figli e far rispettare la regole, perché questo potrà aiutarci a prevenire una ulteriore diffusione del contagio”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, per Anief serve patto educativo per evitare diffusione del Cov...