Scuola, mobilità: conto alla rovescia per la pubblicazione dei movimenti

(Teleborsa) – Sono circa 250mila quest’anno i docenti della scuola pubblica italiana coinvolti nei trasferimenti. A giorni comincerà la pubblicazione dei movimenti della prima fase di mobilità: si inizierà con la scuola primaria e poi man mano si procederà con i docenti degli altri corsi scolastici.

Il rimescolamento delle cattedre, spiega il giovane sindacato Anief, produrrà l’effetto di portare nelle nuove discipline dei docenti privi di specifica abilitazione all’insegnamento, poiché ai docenti è stato chiesto di presentare domanda inserendo una classe di concorso sulla base delle vecchie tabelle, malgrado a metà febbraio fossero state pubblicate le nuove, solo che il conferimento delle nuove sedi di servizio dei docenti avverrà invece con le nuove classi concorsuali.

“Siamo di fronte a una situazione assurda – ha dichiarato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal  – perché le regole del ‘gioco’ si stabiliscono prima. E non a gara in corso. A pagarne le conseguenze negative saranno gli studenti: privati dei docenti esperti e messi davanti a prof improvvisati su discipline che all’università hanno appena sfiorato”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, mobilità: conto alla rovescia per la pubblicazione dei movime...