Scuola, mancano gli insegnanti di sostegno. La situazione è drammatica

Sistema scolastico sempre più in crisi, l'allarme lanciato dai sindacati preoccupa

(Teleborsa) – E’ iniziato l’anno scolastico e la situazione sugli organici di sostegno è “veramente grave e allarmante”.

A sostenerlo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, osservando che quest’anno ci sono quasi 300 mila alunni iscritti con handicap certificato e che ogni anno le iscrizioni degli alunni aumentano di 8-9 mila. Da tre anni, tuttavia, gli organici sono sempre quelli, quelli in organico di diritto: 100.000 insegnanti di sostegno, e quest’anno con la quota record di 70mila supplenti in organico in posti in deroga.

“Tutto questo non è giusto – osserva il sindacalista – lo dicono i tribunali. Nei ricorsi che ha vinto l’Anief i posti in deroga devono essere utilizzati soltanto quando c’è un’esigenza eccezionale ma se poi ogni anno vengono chiamati in deroga, questi posti in realtà dovrebbero andare in organico di diritto. Questa è la nostra battaglia, questo abbiamo chiesto anche al ministro. Chiediamo che i posti in deroga siano messi in organico di diritto e chiediamo che vengono deputati 30.000 insegnanti specializzati, perché non è possibile oggi che la maggior parte degli insegnanti non siano specializzati. Questo si può fare reclutando i 30 mila già specializzati e poi attivando nel corso attuale TFA Sostegno, aprendolo a tutti coloro che vogliono prendere una specializzazione sul sostegno”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, mancano gli insegnanti di sostegno. La situazione è dram...