Scuola, l’assegnazione provvisoria ai neo-assunti sarà garantita

(Teleborsa) – Il Senato ha approvato un emendamento che permetterà anche agli insegnanti neo-immessi in ruolo nel 2015/16, nell’anno della riforma della scuola e del piano straordinario di immissioni in ruolo approvate dal governo Renzi, di richiedere l’assegnazione provvisoria in deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di immissione in ruolo.

“L’emendamento – scrive Orizzonte Scuola – era stato presentato dalla relatrice Francesca Puglisi (PD) con lo scopo di prorogare anche all’a.s. 2016/17 le disposizioni dell’art. 1 comma 108 della legge 107 in materia di assegnazioni provvisorie. Si tratta di permettere a tutti i docenti che ne abbiano i requisiti, anche neoimmessi nell’a.s. 2015/16, di poter presentare la domanda di assegnazione provvisoria per la provincia di gradimento. La durata dell’assegnazione provvisoria è di un anno scolastico e viene soddisfatta nel limite dei posti disponibili”.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, con i formatori dell’associazione professionale e sindacale l’avevano ribadito più volte, anche nella scorsa estate, ancora prima che si completasse il piano di assunzioni della Legge 107/2015: “se quest’anno vi è un piano straordinario in deroga ai vincoli questo deve valere per passaggi, trasferimenti e anche assegnazioni provvisorie”, aveva detto il giovane sindacato.

Scuola, l’assegnazione provvisoria ai neo-assunti sarà&nb...