Scuola, il Miur pubblica l’algoritmo usato per le ultime assunzioni

(Teleborsa) – A sei mesi di distanza dalla conclusione delle immissioni in ruolo 2015/16, il Ministero dell’Istruzione rende pubblico l’algoritmo utilizzato per l’assunzione dei circa 50mila docenti della fase C del piano straordinario di immissioni in ruolo della Legge 107/15. 

Il giovane sindacato della scuola Anief, dopo aver preso visione dei dati, conferma quanto denunciato sulla violazione delle norme sottese (commi 98, 100-101, art. 1, Legge n. 107/2015) nella distinzione di una fase provinciale prioritaria e di un’unica fase nazionale, a partire dalla seconda provincia scelta dai candidati. Alcuni docenti potrebbero aver ragione di rivendicare in tribunale il trasferimento in una provincia diversa da quella in cui sono stati assunti se – dopo l’istanza di accesso agli atti predisposta dall’Anief – potranno dimostrare di essere incappati in un ‘malfunzionamento’ dell’algoritmo.

“Siamo di fronte ad un meccanismo inutilmente complicato e, soprattutto, deciso dopo il termine di presentazione delle domande”, ha dichiarato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, aggiungendo che “forse il Miur ha voluto mettere una ‘toppa’ a una migrazione forzata e priva di senso di docenti su tutto il territorio nazionale. Solo che con la fine di quest’anno scolastico la mobilità straordinaria, anche sui posti di potenziamento, rischia di mettere sulla ‘giostra’ i neoassunti in fase C, specie quelli immessi in ruolo al Sud”.

Scuola, il Miur pubblica l’algoritmo usato per le ultime assunzioni
Scuola, il Miur pubblica l’algoritmo usato per le ultime assunz...