Scuola, il Consiglio superiore muove critiche al concorso dei docenti

(Teleborsa) – Sul concorso per selezionare 63 mila nuovi docenti, anche il Consiglio superiore della pubblica istruzione sposa la linea dei sindacati e muove forti e sensate critiche alle procedure previste dal Miur.

Mossi pesanti rilievi sull’inefficacia della riforma scolastica, nel cancellare il precariato e la “supplentite” tanto decantata dal Governo. L’organismo nazionale contesta la mancata applicazione delle indicazioni della Corte di Giustizia europea alla quale si è rivolto da tempo anche il sindacato Anief, proprio per risolvere l’annosa questione.

Addirittura, il Consiglio superiore ha fatto notare come il numero di contratti di supplenza, con la Buona Scuola, si siano incrementati. Non convince, poi, il trattamento riservato ai maestri dell’Infanzia e ai docenti di sostegno.

“Se consideriamo le proteste di massa del personale e le rimostranze delle commissioni parlamentari di competenza di Montecitorio e Palazzo Madama – ha sottolineato il leader sindacale Marcello Pacifico – è evidente che il Governo sta approvando un concorso in splendida solitudine. Come se si trattasse di un atto unilaterale”.

Scuola, il Consiglio superiore muove critiche al concorso dei doc...