Scuola, il Consiglio dei Ministri ratifica numeri al ribasso

(Teleborsa) – Non si fanno attendere le reazioni dei sindacati dopo il via libera dal Consiglio dei Ministriall’assunzione, per l’anno scolastico 2018/19, di 57.332 unità di personale docente. Secondo il sindacato per la scuola Anief, il contingente autorizzato risulta al di sotto delle aspettative, visto il gran numero di posti rimasti liberi.

Del personale assunto, 43.980 docenti sono su posto comune e 13.342 docenti su sostegno; 46 unità di personale educativo; 212 dirigenti scolastici; 9.838 unità di personale Ata. Secondo Anief la riforma poteva contenere provvedimenti più incisivi, considerando che vi sono 50 mila posti di sostegno liberi e che non viene tenuto conto delle migliaia di posti in organico che continueranno ad andare a supplenza. Critiche anche per l’assunzione di sole 46 unità di personale educativo, a fronte delle 77 richieste.

Marcello Pacifico, Presidente di Anief: “Quella presa sulle assunzioni degli educatori è una decisione che ci lascia sconcertati, perché l’amministrazione procede soltanto con l’autorizzazione per le immissioni in ruolo di un posto su dieci in organico di diritto”.

Scuola, il Consiglio dei Ministri ratifica numeri al ribasso