Scuola, gli stipendi del personale sono i più bassi di Europa

(Teleborsa) – Gli ultimi studi pubblicati dall’ARAN riportano una situazione che è sotto gli occhi di tutti: gli stipendi degli insegnanti italiani ed in generale del personale della scuola sono inferiori alla media dell’Ue ed anche agli ultimi posti in classifica frani Paesi del Continente. Lo ricorda Marcello Pacifico, Presidente del sindacato della scuola Anief, tornando a parlare del problema del rinnovo dei contratti..

“Il Governo ha approvato un documento programmatico di aggiornamento, che sarà alla inserito nella Legge di Bilancio, in cui si stanziano risorse per altri 2 miliardi per aumentare gli stipendi dei dipendenti pubblici“, ricorda il sindacalista, aggiungendo “l’Anief sta ribadendo ogni giorno, alle assemblee che sta tenendo in tutta Italia, che gli stipendi, nonostante questi aumenti, sono ancora lontani dall’inflazione e dal costo della vita registrato negli ultimi 13 anni e lontanissimi dagli stipendi europei”.

“Per recuperare l’inflazione – sottolinea – ci vorrebbero almeno 300 euro, mentre per recuperare il gap europeo questa cifra andrebbe aumentata almeno di due volte, circa 600-650 euro per arrivare alla media”.

“Tutto questo significa che il potere d’acquisto s è impoverito e che i nostri insegnanti hanno bisogno anche di risorse che vadano a valorizzare la loro professione, così come anche il personale amministrativo. Questo si può fare solo se si aggiungono altre risorse e si pagano quelle indennità – di servizio, di sede e d’incarico – che Anief sta chiedendo per il rinnovo del contratto”, conclude Pacifico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, gli stipendi del personale sono i più bassi di Europa