Scuola, esami riparazione, sempre più ripetizioni via Skype

Uno studio ha messo in evidenza come le lezioni private attraverso videochiamate siano in forte crescita

Teleborsa – Un alunno su cinque ha trascorso l’estate sui libri. Infatti il 21% degli studenti delle scuole superiori, lo scorso giugno, ha ricevuto almeno una materia da recuperare prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.

A fornire i dati è stato il Ministero dell’Istruzione. Si tratta dei sospesi in giudizio che, proprio in questi giorni, dovranno sottoporsi agli esami di riparazione per passare all’anno successivo. La media dei promossi a settembre, 2018 è stata del 93,5%. A oggi, sono tanti gli studenti che sono ricorsi alle ripetizioni private, molte delle quali effettuate sfruttando le tecnologiche, cioè utilizzando le videochiamate via Skype.

A dover studiare di più per il recupero – secondo un dossier di Skuola.net – sono stati gli studenti sardi: nella regione la percentuale dei sospesi in giudizio è del 26,7%. Più libri e meno bagni anche per i ragazzi lombardi, visto che il 25% di loro è costretto a recuperare qualche insufficienza di troppo per accedere all’anno successivo. In Friuli è stato il 24,1% degli studenti a fare i conti con la sospensione in giudizio, in Liguria il 23,9%.

Alla sponda opposta della classifica, ci sono i ragazzi della Puglia, “risparmiati” dai loro professori: solo il 14,4% di loro farà gli esami di riparazione. È andata meglio degli altri anche ai calabresi (solo il 15,4% di sospesi in giudizio) e ai siciliani (16,5%).

Se guardiamo invece agli indirizzi di studio, negli istituti professionali solo il 16,8% dovrà mettersi alla prova in questi giorni per guadagnarsi il ‘lasciapassare’. E se i liceali si difendono con circa il 19,2% dei sospesi in giudizio, chi se la passa peggio sono i ragazzi dei tecnici. Per il 26,4% di loro, infatti, è stata un’estate in bilico tra la promozione e la bocciatura.

Secondo le rilevazioni di Skuola.net circa il 24% degli utenti ha svolto lezioni nel periodo estivo, in linea con gli altri periodi dell’anno. Le materie più richieste sono state matematica, fisica e latino, seguite da informatica, chimica ed economia aziendale. Spazio quindi alle lezioni private di inglese, greco e spagnolo.

Nel frattempo le ripetizioni diventano sempre più tecnologiche: durante l’estate quelle in videochiamata hanno registrato un aumento del 33% rispetto al solito.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, esami riparazione, sempre più ripetizioni via Skype