Scuola, è caos sui trasferimenti dei docenti. Il Miur sarà sepolto dai ricorsi

(Teleborsa) – “Sui trasferimenti per ambiti territoriali il Miur la smetta di negare l’evidenza e getti la maschera: pubblichi subito i criteri di selezione del sistema informatico, spiegando perché l’algoritmo non ha funzionato, e provveda a tutte le correzioni adottando il regime di autotutela dall’amministrazione. Ormai gli errori sono troppi e pure mastodontici per essere nascosti”.

Lo grida a gran voce Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato della scuola, Anief a seguito delle ultime dichiarazioni rilasciate dal Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini in base alle quali “il sistema è regolare e non ci sono errori”.

Peccato che le sedi territoriali dei sindacati continuino ad essere tartassate dalle domande dei docenti, che chiedono spiegazioni sulla loro collocazione a centinaia di chilometri di distanza, mentre colleghi con punteggi minori sono stati trasferiti su ambiti territoriali decisamente più vicini.

“Se non si provvede in fretta ad ammettere la realtà – continua Pacifico – il Ministero sarà sepolto da migliaia di tentativi di conciliazione presentati dai docenti per verificare la correttezza delle operazioni che riguardano il singolo docente. Proprio oggi l’Anief ha messo a disposizione di tutti gli insegnanti che si sentono danneggiati, un modello ad hoc per il tentativo di conciliazione. Se non si provvederà a sistemare la situazione dall’alto, attraverso un rifacimento delle operazioni di trasferimento su sede/ambito, il sistema andrà inevitabilmente in tilt”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, è caos sui trasferimenti dei docenti. Il Miur sarà sepolto d...