Scuola, confermati 2 mila tagli tra amministrativi, tecnici e ausiliari

(Teleborsa) – Invece di annunciare la stabilizzazione su tutti i posti vacanti, il “potenziamento” in ogni istituto, l’accesso ai bonus formativi e del merito anche per amministrativi, tecnici e ausiliari, il Miur, di concerto con il Ministero dell’Economia, emana un Decreto interministeriale sugli organici Ata, per il triennio 2016/2018, tutto orientato alla conferma dei tagli. I posti disponibili diventano, infatti, 203.534, ovvero lo stesso numero complessivo dell’anno passato, con la sola differenza di 22 posti in più come assistente tecnico, 29 come ausiliario e 51 posti in meno di Dsga.

Il saldo, rispetto al 2014/15, è invece di 2.020 posti in meno: a fronte dei 205.554 posti autorizzati dal Miur 24 mesi fa, si è infatti passati ai 203.534 posti Ata attuali.

Per il sindacato della scuola, Anief, “quello riservato al personale non docente della scuola è un trattamento non più tollerabile”.

Il giovane sindacato della scuola, ricorda, che quest’anno nelle scuole pubbliche saranno presenti 8.687 alunni in più dell’anno in corso. Inoltre, dopo il primo anno di transizione, entrerà a regime il “potenziamento” degli istituti, con quasi 50 mila docenti in più impegnati in attività e progetti aggiuntivi, a sostegno dei Piani dell’Offerta Formativa. “Non si comprende, quindi – commenta Anief – per quale motivazione, dinanzi ad un incremento non trascurabile di discenti e ad un aumento consistente del personale insegnante, gli Ata debbano essere trattati come degli oggetti misteriosi che operano nelle scuole”.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, “c’è solo un modo per rendere giustizia agli Ata: il Governo trovi le economie e assuma il prima possibile tutti gli Ata su posti vacanti, ad iniziare dalle oltre 6 mila stabilizzazioni del 2015, approvate e finanziate, ma, poi, miseramente congelate, più almeno altri 20 mila sotto forma di organico potenziato”. In caso contrario – conclude il sindacalista – “le scuole continueranno a vivere in emergenza ed il personale ad essere trattato come un dio minore”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, confermati 2 mila tagli tra amministrativi, tecnici e aus...