Scuola, concorso a cattedra 2012: il TAR ammette 446 laureati esclusi dal Miur

(Teleborsa) – Novità sul concorso a cattedra dei docenti della scuola. Il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ha dato il via libera ad un altro plotone di candidati estromessi dal regolamento firmato dall’allora Ministro Francesco Profumo. Per i giudici, infatti, è stato un errore aver lasciato fuori tutti coloro che hanno conseguito il titolo dopo il 2002.

Ora, dopo le pronunce del Consiglio di Stato e gli appelli del Miur respinti sui nuovi ricorsi presentati dai legali del giovane sindacato della scuola Anief, l’attenzione si sposta sull’attuale concorso: si attende il parere della Camera di Consiglio del 19 maggio, che ci dirà se anche stavolta chi ha intrapreso un percorso universitario per fare l’insegnante potrà o meno partecipare alla selezione nazionale. In caso di parere positivo, il Miur dovrebbe predisporre l’immediata calendarizzazione delle prove suppletive.

“Il pregiudizio è così grave e irreparabile che, se non accolto nelle misure cautelari richieste in merito all’ammissione con riserva, potrebbe travolgere tutta la procedura visto che, comunque, già la Legge 107/2015 è stata rimessa dallo stesso Collegio al vaglio della Corte costituzionale per l’esclusione dei docenti di ruolo”, ha dichiarato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, concorso a cattedra 2012: il TAR ammette 446 laureati esclusi ...