Scuola, con Quota 100 si prevedono già 70 mila cattedre vacanti a settembre

(Teleborsa) – Restano alte preoccupazioni per la fuga degli insegnanti dalla scuola innescata da Quota 100. A pochi giorni dal termine di presentazione delle domande, sebbene il numero di uscite risulti inferiore alle attese, si fanno già i conti dell’elevato numero di cattedre che a settembre gli uffici scolastici dovranno assegnare in ruolo o ai supplenti.

Le previsioni formulate dal sindacato della scuola Anief indicherebbero “almeno 70 mila le cattedre vacanti a settembre”: conti alla mano alle 18-20 mila domande di pensionamento con Quota 100 andrebbero ad aggiungersi i posti vacanti per il precariato pari a circa 36 mila unità ed i pensionamenti chiesti con la Legge Fornero nel dicembre scorso.

E se il Miur non adotterà delle contromisure – si sostiene – la situazione degli organici in estate potrebbe precipitare, ad iniziare dal sostegno.

“Diventa sempre più impellente l’avvio di un piano straordinario di immissioni in ruolo, che tuttavia potrebbe essere vanificato se l’amministrazione confermerà la mancanza di volontà a riaprire le GaE e ad allargare il doppio canale di reclutamento alle graduatorie d’istituto”, afferma il Presidente del sindacato Marcello Pacifico, ricordando che “se le norme non dovessero cambiare, il turnover sarà praticamente impossibile, con la supplentite che diverrà ancora più diffusa”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, con Quota 100 si prevedono già 70 mila cattedre vacanti a&nbs...