Scuola, assegnato solo il 40% dei posti autorizzati per il ruolo

(Teleborsa) – A pochi giorni dall’inizio delle scuole, regna ancora l’incertezza sulle immissioni in ruolo dei docenti e le cattedre rimangono deserte. Secondo il sindacato per la scuola ANIEF, su 57 mila docenti autorizzati, solo il 40% ottiene l’incarico su posto comune, percentuale che si riduce ulteriormente sui posti di sostegno, dove solo il 12% (su oltre 13 mila richieste) ottiene il posto.

La soluzione per il sindacato sarebbe quella di riaprire le graduatorie ad esaurimento (GaE), specialmente per la situazione al Nord Italia, dove si concentra il 59% dei posti disponibili. Sono stati non assegnati addirittura due posti su tre disponibili, dunque i supplenti annuali supereranno abbondantemente le 100 mila unità, sfiorando il 15% di incidenza sul contingente complessivo di insegnanti.

“È uno scandalo tutto italiano – tuona Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – perché nonostante l’alto numero di docenti abilitati o riconosciuti tali dallo Stato (150 mila unità) senza prendere in conto, anche, i supplenti non abilitati con diversi anni di servizio, il Governo non riesce a garantire la copertura di nemmeno il 50% delle immissioni in ruolo previste”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, assegnato solo il 40% dei posti autorizzati per il ruolo