Scuola, anche il Parlamento si interessa degli insegnanti dimenticati dalla riforma

(Teleborsa) – Anche il Parlamento si interessa dei 180 mila abilitati all’insegnamento dimenticati dalla riforma, non stabilizzati e che ora rischiano di rimanere supplenti a vita.

Domani a Montecitorio si terrà il convegno dal titolo “II fascia d’Istituto: ripartiamo da qui” organizzato dal Movimento 5 Stelle al fine di presentare al Governo una proposta forte e condivisa da tutti.

In quasi 100 graduatorie d’Istituto sono infatti oggi collocati circa 60 mila residui delle GaE, oltre 50 mila diplomati magistrali, 20 mila abilitati con Tfa, 50 mila Pas. Più migliaia di docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento attraverso i corsi di Scienze della formazione primaria svolti dopo il 2011.

“Il problema è che questi 180 mila docenti precari rischiano, per effetto delle nuove norme previste dalla Legge 107/2015, di essere lasciati a casa” spiega l’Anief, che sarà presente al convegno con il suo Presidente Marcello Pacifico.

Scuola, anche il Parlamento si interessa degli insegnanti dimenticati ...