Scuola, alle superiori tre professori su quattro hanno oltre 50 anni

(Teleborsa) – In quale nazione europea troviamo la percentuale più alta di insegnanti ultra 50enni? In Italia, con un valore doppio rispetto all’area OCSE. Nessun Paese industrializzato, infatti, detiene un corpo insegnanti anziano come quello dell’Italia: gli ultimi dati OCSE indicano che il 73% dei docenti della scuola secondaria superiore, il 57% della scuola primaria e il 51% di quelli universitari hanno più di 50 anni. Si tratta di un processo d’invecchiamento demografico che diventa ancora più preoccupante se raffrontato alle medie internazionali: scorrendo il dossier su scuola e università Education at a Glance 2015, pubblicato in questi giorni, si scopre che la quota media OCSE di insegnanti che hanno compiuto almeno 50 anni di età della scuola secondaria, sebbene negli ultimi otto anni esaminati sia aumentata di 3 punti percentuali, rimane comunque appena del 36%. Quindi meno della metà di quelli riscontrati in Italia.

È una differenza abissale, che nei prossimi anni è destinata a crescere. Perché nell’ultimo quinquennio le riforme sulla quiescenza, forti del fatto che nel Belpaese le aspettativa di vita media sono in perenne aumento, hanno portato l’età pensionabile dei nostri dipendenti avanti di dieci anni.

“Sono numeri impietosi, che però a ben vedere non sorprendono – ha dichiarato Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario confederale Cisal -. Perché sono solo la risultanza di manovre politiche che nel nostro Paese continuano a danneggiare chi lavora per una vita, costringendolo a lasciare ormai nella terza età e con assegni che per chi inizia a lavorare oggi si prospettano vicini all’assegno sociale. E la riforma della scuola non ha aiutato, perché ha lasciato fuori 180mila abilitati, che avrebbero potuto svecchiare il corpo docente”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, alle superiori tre professori su quattro hanno oltre 50 anni