Scuola, 6 milioni di studenti potrebbero tornare in Dad da lunedì 8 marzo

(Teleborsa) – Ritorno in massa della Didattica a distanza, che potrebbe coinvolgere almeno 6 milioni di studenti a partire da lunedì 8 marzo, il doppio rispetto ai 3 milioni che risultavano in DAD a inizio mese.

E’ quanto stima la rivista specializzata Tuttoscuola, effettuando delle proiezioni sulla base delle indicazioni del nuovo Dpcm, firmato ieri dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, che entra in vigore il prossimo 6 marzo.

La previsione è stata realizzata tenendo in considerazione la possibilità che i governatori regionali predispongano la sospensione delle lezioni in presenza in tutte le zone in cui si registrano oltre 250 contagi settimanali per 100 mila abitanti, come indicato dal decreto varato dal governo.

L’intendimento, non solo del Governo ma di tutti i presidenti delle Regioni, è di tenere aperte le scuole: tutti le vogliamo aperte, sappiamo che è il servizio più essenziale”, ha affermato la Ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi, aggiungendo “abbiamo provato a tenere aperte le scuole ovunque sia possibile”, ma “c’è un problema legato alle varianti”.

Il Dpcm varato ieri sera, in merito al capitolo scuola, dispone la sospensione dell’attività in presenza per tutte le scuole di ogni ordine e grado per le Zone rosse, fatta eccezione per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Per le Zone arancioni e gialle, i Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti e nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, 6 milioni di studenti potrebbero tornare in Dad da lunedì 8 m...