Sciopero PA, Confael si dissocia: deleterio e rischioso

(Teleborsa) – La Confael, attraverso i propri comparti operanti nel pubblico impiego, esprime il totale dissenso allo sciopero dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, proclamato per mercoledì 9 dicembre da Cgil, Cisl e Uil.

Per il Segretario Generale Domenico Marrella, “nel momento di grave crisi che il Paese sta vivendo, proclamare una astensione dal lavoro, specie per alcuni settori come quello della sanità, è deleterio e rischioso per le persone. Il comparto della Sanità è stato duramente messo alla prova in questi mesi sia sul piano della professionalità sia su quello umano, con decine e decine di caduti sul lavoro”.

Non è il momento di rivendicare, ma di stringersi tutti insieme e contribuire politicamente alle scelte del Governo con proposte e idee. Questo deve essere un periodo neutro, non un periodo di lotta. La lotta la stiamo già sostenendo contro un nemico invisibile che ci ha portato via amici e parenti e che purtroppo non accenna a dichiararsi sconfitto. Serriamo le fila e lavoriamo con ancora maggior vigore, se possibile, per vincere il prima possibile”, conclude Marrella ricordando, tra l’altro, che “molti dipendenti pubblici si sono già espressi con la contrarietà all’astensione”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sciopero PA, Confael si dissocia: deleterio e rischioso