Scendono le Borse del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. Continuano intanto ad arrivare indicazioni sull’andamento della domanda dei consumatori dalle trimestrali di grandi multinazionali del Vecchio Continente.

EssilorLuxottica ha registrato ricavi in crescita a 6,39 miliardi di euro nel terzo trimestre, Renault ha comunicato ricavi in aumento a 9,8 miliardi di euro nello stesso periodo.

LSEG ha confermato la propria guidance dopo un terzo trimestre in crescita, Forvia ha migliorato l’outlook sulle vendite 2022 dopo i conti del terzo trimestre e Deliveroo ha invece comunicato di prevedere la crescita delle vendite 2022 nella parte bassa della guidance comunicata in precedenza.

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,30%. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.626,8 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde lo 0,29% e continua a trattare a 84,76 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +234 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 4,83%.

Tra le principali Borse europee sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,27%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dello 0,75%, e in apnea Parigi, che arretra dell’1,54%.

Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa dell’1,58%; sulla stessa linea, perde terreno il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 23.227 punti, ritracciando dell’1,49%.

In discesa il FTSE Italia Mid Cap (-0,9%); sulla stessa linea, negativo il FTSE Italia Star (-0,91%).

Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento DiaSorin, che riporta un +1,01% rispetto al precedente.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Buzzi Unicem, che ottiene -3,58%.

Tonfo di Moncler, che mostra una caduta del 3,32%.

Lettera su Campari, che registra un importante calo del 2,89%.

Scende Amplifon, con un ribasso del 2,75%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Antares Vision (+19,59%), Seco (+2,85%), Intercos (+2,75%) e Technogym (+1,28%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Ferragamo, che prosegue le contrattazioni a -3,96%.

Crolla Mfe A, con una flessione del 2,92%.

Vendite a piene mani su Cementir Holding, che soffre un decremento del 2,81%.

Pessima performance per Datalogic, che registra un ribasso del 2,64%.

Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso:

Venerdì 21/10/2022
01:30 Giappone: Prezzi consumo, annuale (preced. 3%)
08:00 Regno Unito: Vendite dettaglio, annuale (atteso -5%; preced. -5,6%)
08:00 Regno Unito: Vendite dettaglio, mensile (atteso -0,5%; preced. -1,7%)
16:00 Unione Europea: Fiducia consumatori (atteso -30 punti; preced. -28,8 punti)

Lunedì 24/10/2022
02:30 Giappone: PMI manifatturiero (preced. 50,8 punti).