Scendono le Borse del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. Wall Street, in questi minuti, evidenzia un significativo calo sullo S&P-500 del 2,08%.

L’Euro / Dollaro USA continua gli scambi a 1,098 Euro / Dollaro USA, con un aumento dello 0,89%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.652,2 dollari l’oncia. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 46,63 dollari per barile, in netto calo del 4,31%.

Sensibile peggioramento dello spread, che raggiunge quota +162 punti base, aumentando di 14 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,07%.

Tra gli indici di Eurolandia affonda Francoforte, con un ribasso del 3,19%, crolla Londra, con una flessione del 3,49%, e vendite a piene mani su Parigi, che soffre un decremento del 3,32%.

Pioggia di vendite sul listino milanese, che scambia con una pesante flessione del 2,66%; sulla stessa linea, si abbattono le vendite sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 24.767 punti, in forte calo del 2,67%. In netto peggioramento il FTSE Italia Mid Cap (-2,77%), come il FTSE Italia Star (-2,8%).

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti.

Nel listino, i settori tecnologia (-6,33%), materie prime (-4,35%) e alimentare (-4,27%) sono tra i più venduti.

Maglia rosa tra i titoli del FTSE MIB a mostrare un buon guadagno, CNH Industrial ottiene un +0,89%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -6,86%.

Pessima performance per Juventus, che registra un ribasso del 6,08%.

Sessione nera per Azimut, che lascia sul tappeto una perdita del 5,20%.

In caduta libera Amplifon, che affonda del 5,00%.

Seduta molto negativa per tutti i titoli del FTSE MidCap.

I più forti ribassi si verificano su Banca Popolare di Sondrio, che continua la seduta con -5,99%.

Pesante Mediaset, che segna una discesa di ben -5,1 punti percentuali.

Seduta drammatica per Carel Industries, che crolla del 4,96%.

Sensibili perdite per OVS, in calo del 4,91%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scendono le Borse del Vecchio Continente